Workshop

“Archeovirtual 2018. Archeologia e Digitale: lo stato dell’arte”. 
17 novembre 2018 | ore 15:00 – 18:00 | Sala Conferenze, Hotel Savoy, Paestum

I musei non sono più solo spazi fisici dedicati alla conservazione di collezioni artistiche e storiche, ma con una specifica identità. Assumono un ruolo come agenti di sviluppo e crescita culturale, entità vivaci in grado di promuovere la conoscenza del passato, plasmare e influenzare il futuro.
Attraverso le tecnologie digitali, i musei possono usufruire di strumenti multifunzionali per comunicare le loro attività, raccontare storie di persone e oggetti, promuovere eventi, condividere informazioni e proteggere i loro beni inestimabili.
Inoltre, il museo stesso, in quanto istituzione, non è più visto come il depositario finale di ciò che è stato scavato o prodotto altrove (con le uniche preoccupazioni di preservarlo o esporlo), ma diviene agente di creazione di contenuti che danno vita – o rinforzano – relazioni fruttuose tra gli elementi: i manufatti fisici, il loro valore storico e simbolico, il loro originale contesto di fruizione. In questo modo, il museo è oggi promotore di reti di conoscenze, in grado di estendere i propri confini al di fuori degli spazi del contenitore architettonico.
Nell’affrontare queste sfide, i musei sono invitati a riflettere sul loro ruolo sociale e sulle loro funzioni. Il programma si pone come una piattaforma per la discussione di queste e altre domande fondamentali che determineranno la forma in evoluzione e il ruolo futuro dei musei sotto la sfera del Digitale.
Come sta cambiando il Museo? E’ possibile stilare un bilancio di come gli esempi più virtuosi dell’uso degli strumenti digitali ha inciso sulla dimensione museale? Come è mutato il rapporto fra Istituzioni e tecnologia, fra domanda e offerta, fra archeologia e informatica?

SALUTI 15:00
Ugo Picarelli, Direttore BMTA
Salvatore Piro, Direttore CNR ITABC

MODERA
Cinzia Dal Maso, giornalista

APERTURA LAVORI
Gianluca Vacca, Sottosegrtario MiBAC

PRIMO PANEL 15:15
Le istituzioni e il digitale. Come è cambiato il museo negli ultimi decenni?

Gabriel Zuchtriegel, Direttore dell’Area Archeologica e del Museo Nazionale di Paestum
Paolo Giulierini, Direttore Museo Archeologico Nazionale di Napoli
Elena Calandra,
MiBAC, Istituto Centrale per l’Archeologia
Alessandra Gobbi
, MiBAC, DG Musei
Augusto Palombini
, CNR ITABC Direttore scientifico di Archeovirtual
Rossana Romano, Direttore Generale DG per le politiche culturali e il turismo Regione Campania

SECONDO PANEL 15:45
I mondi di mezzo: le tecnologie e il rapporto fra domanda e offerta
Daniele Ferdani, CNR ITABC specialista in virtual archaeology
Stefano Borghini, Parco Archeologico del Colosseo, architetto e modellatore
Francesco Gabellone, ricercatore CNR, specialista in virtual archaeology
Guido Bozzelli, Digitalcomoedia, imprenditore digitale
Antonio Scuderi, ArtGlass, imprenditore digitale

DIBATTITO 16:15

Il workshop è organizzato da CNR ITABC e DG Musei, MIBAC


Coordinamento e organizzazione BMTA: Provincia di Salerno, Leader sas
Direzione BMTA: Ugo Picarelli
Direzione scientifica Archeovirtual: Augusto Palombini, CNR ITABC